Loading...
X

Io odio il telefono.

Share

Sapete qual’ è l’ arma di distruzione di massa più potente che sia mai stata inventata? IL TELEFONO. Fisso, mobile, con i fili o touch, il telefono è in grado di distruggere il benessere delle persone, ve lo assicuro. E pensare che a inventare questo strumento – demoniaco nell’ immaginario prerogativa femminile – fu un uomo!!! Chi mi conosce bene sa che il mio rapporto con il telefono è abbastanza problematico, mia madre pur di sentirmi ed avere mie notizie ha imparato a inviare gli sms.

pinup-600x424Odio telefonare a qualcuno. Non è cattiveria verso la gente o chi dovrei sentire, è solo odio per il telefono. Al fisso ormai non rispondo più, pur essendo a casa lo sento squillare: cinque, dieci, cento squilli!!! Si, chi chiama mica comprende che al quarto squillo senza risposta è bene mettere giù la cornetta, no.. rimangono lì imperterriti fino all’ ultimo tentativo a disposizione. Al cellulare per quanto odi qualsiasi tipo di suoneria sono costretta a rispondere poiché non si può stare sempre fuori dal mondo. Lo tollero un po’ di più rispetto al fisso: posso camminare, sedermi, mettere la chiamata in vivavoce e sbattere la testa contro il muro, girare il sugo, piastrarmi i capelli. Per fare una chiamata, qualsia sia: di piacere o professionale devo prima preparare il discorso perché io odio parlare, datemi un foglio di carta o digitale e vi scriverò ore di conversazione, ma non fatemi telefonare.

Osserviamo molto rapidamente i vari tipi da telefono:

Ore pasti. Colui che chiama solo all’ ora di pranzo o cena. Tavola imbandita, primo boccone tanto desiderato e squillo del telefono. Lui lo sa che stai mangiando, però te lo chiede uguale anche sono le 13.30 o le 21.00 non ha pietà, continua la sua conversazione e tu osservi il piatto in lontananza non più fumante perché per educazione non mangi mentre sei al telefono.

Telefonata Gustosa. Se a te da fastidio parlare con la bocca piena, per il golosone che decide di chiamarti nel suo unico momento libero: la merenda, non è di certo un problema. Pane e nutella, frutta succosa, panino con la mortadella e quel rumore continuo di labbra e deglutizione snervante.

Senso unico. Parla solo dei suoi problemi, è un fiume in piena, il tuo telefono come un confessionale, non vuole neanche i tuoi consigli. Chiama solo per parlare e quando a fatica tenti di dire qualcosa dall’ altra parte solo silenzio per poi riprendere a parlare e continuare il suo discorso da dove TU l’ avevi interrotto.

Telegrafico. Non saluta né all’ inizio della chiamata né alla fine, chiama solo per comunicare l’ ora dell’ appuntamento o se stranamente sei tu a chiamarlo(?) risponde con un si o un no per poi chiudere lasciandoti lì nel tentativo di capire se sia ancora in linea o se la chiamata è caduta bruscamente.

Distratto. Ti chiama facendo altro, parla con te e con altre tre persone contemporaneamente. Rumori e movimenti molesti, è dall’ estetista, è in macchina, è a far la spesa, rumori della città, mezzi di trasporto, acqua aperta e talvolta anche quello dello sciacquone.

Cronista. Quando becchi lui è la fine, puoi dire addio alla tua giornata poiché parlerà senza sosta. Ti aggiornerà di ogni pettegolezzo anche quelli che ti riguardano. Ore passate al telefono e quando sembra che stia mettendo fine a quell’ agonia, utilizza l’ ultima frase per riallacciare un altro discorso. All’ infinito.

E infine c’ è lei, la signora smemorata che telefona con l’ intento di fare la telefonata anonima e molto cattiva, ma chiama lasciando il proprio numero di cellulare, facendo solo una pessima figura.

Leave Your Observation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici di prima parte e di profilazione di terze parti per offrire un servizio in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca su "PRIVACY & COOKIE". Se prosegui nella navigazione selezionando un elemento del sito, acconsenti all'uso dei cookie. Ok