Loading...
X

L’ ho fatto, ho letto Harry Potter.

Share

Io che sono una seguace della trilogia de Il Signore degli Anelli e diciamoci la verità il 2001 per me è The Lord of the Rings, il libro fantasy per eccellenza per me è The Lord of the Rings, io che ho vissuto quel periodo di scontro cinematografico Il Signore degli anelli vs Harry Potter schierandomi dalla parte di Frodo e Gran Burrone schifando il mago di Hogwarts, io che ho messo momentaneamente da parte Gandalf e Legolas per aprire il cuore a Tyrion Lannister e Robert Baratheon, io che arrivata all’ età di tremh, ok.. che fino a qualche giorno fa avevo il primato di non conoscere nulla della saga di J. K. Rowling e avevo giurato che mai avrei letto o guardato quella che consideravo una storiella per bambini che nulla capivano di genere fantasy .. HO CEDUTO! Sarà stata colpa di George R.R. Martin che tarda a darci un finale di Game of Thrones degno della serie TV, sarà che il mio ultimo viaggio in Irlanda mi ha influenzato così tanto che sono partita convinta di trovare solo gadget del Trono di Spade (sapendo che la serie televisiva è stata girata in parte a Belfast) e invece mi sono ritrovata Harry Potter ovunque: magliette, calzini e mutande.

tumblr_ns24us7FQC1tsd3m1o1_250Si, questi sono inutili tentativi di giustificazione pur di non ammettere che non sono riuscita a tener fede alle mie promesse, perchè ahimè questo non è l’ unica mia sconfitta, avevo infatti giurato che non avrei mai letto un libro su un supporto digitale (ebook) che mai avrei tradito il profumo della carta, la bellezza delle copertine colorate, l’ attenzione quasi maniacale a non piegare i bordi delle pagine e invece sono stata proprio io a chiedere come regalo di natale un Kindle di Amazon (ovviamente color arancione) e ovviamente quale libro digitale comprare per primo se non proprio il libro odiato(?)!

Era veramente un vanto per me non aver mai letto un libro tanto comune e da profana (o meglio da babbana) vi chiedo di commentare il mio articolo spiegandomi il perché del cambio di traduzione di alcuni nomi. Perché una persona che già parte con mille pregiudizi deve confondersi ancora di più le idee con Tassorosso che diventa Tassofrasso e così altri nomi importanti.

Ovviamente non ho immaginato i protagonisti con il volto degli attori e devo dire che questa cosa ha salvato la mia lettura, lasciatemelo dire, ma il mio Harry era molto più figo rispetto al film, ohh! Ho amato i personaggi di Rubeus Hagrid, dolce, grosso e tanto ingenuo e di Hermione Granger, teneramente antipatica mai quanto Harry Potter con la sua aria da primo della classe, perfetto in tutto. Mi è piaciuto lo stile semplice e veloce della narrazione, bella l’ atmosfera e i riferimenti alla magia, ai maghi e alle streghe. Mi ha sorpresa la descrizione dettagliata del gioco del Quidditch, le sue regole, i giocatori e il campo da gioco, mi sono commossa per i maglioni Weasley e le riflessioni profonde sulla Morte, l’ Amore e l’ Amicizia.. bellissima la frase che il Preside Albus Silente rivolge a Neville Longbottom: “Affrontare i nemici richiede notevole ardimento. Ma altrettanto ne occorre per affrontare gli amici”.  Sicuramente non mi aspettavo di arrivare fino alla fine e sicuramente non è un libro che consiglio ai miei coetanei, perchè leggerlo con 20 anni di ritardo fa perdere tutta la magia e la profondità del messaggio che si trova tra le pagine e gli animi dei personaggi.

Non so ancora se continuare o fermarmi, mai se mai dovessi prendere il secondo volume digitale sarà solo per la gioia di vedere i Corvonero sollevare al cielo la Coppa delle Case.

ci spero eh, niente spoiler.. Buonanotte*

Leave Your Observation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it. Ok